News

news
30 dic 2018

LA STAMPA 3D SI EVOLVE VERSO IL MERCATO DELLE CASE

La stampa 3D si evolve verso il mercato delle case

Il settore della stampa 3D è in continua evoluzione e va ad abbracciare sempre più settori. Ad esempio, nel nostro articolo “Metalli su misura e pezzi unici: la nuova era della stampa 3D”, vi avevamo parlato di una delle ultime novità in questo campo: la stampa additiva in metallo.

Oltre che verso nuovi materiali, con il passare degli anni, le sperimentazioni tecnologiche (inizialmente relegate al campo dei prototipi) si stanno sempre più spostando verso la grande scala.

Uno di questi sviluppi riguarda il mercato delle case: la stampa 3D si prepara a rivoluzionare i cantieri ed alla costruzione di un’intera casa.

Tale tecnologia si basa sull’utilizzo di robot-muratori e sulla sostituzione delle testine delle tradizionali stampanti con estrusori agganciati a bracci meccanici. La stampa 3D consiste nella sovrapposizione, strato dopo strato, di particolari materiali in grado di aggregarsi e condensarsi trasformandosi in materia solida e resistente. Questi materiali vengono depositati dagli augelli di cui è composta la stampante, seguendo la sagoma modellata attraverso un apposito software.

Sono già state realizzate case sperimentali, utilizzando diversi materiali, come ad esempio impasti cementizi o resinosi, fino ad arrivare a materiali ecosotenibili.

Ad Austin, in Texas, è stata realizzata una unità abitativa di 70mq in meno di 24 ore ad un costo di circa 10.000 euro.

A Nantes in Francia, invece, è stata costruita una casa di 95 mq per una famiglia di 5 persone; l’abitazione è stata collegata ad una serie di sensori che monitorano la qualità dell’aria, dell’umidità, della temperatura interna e tiene sotto controllo lo stato dei materiali.

La costruzione di abitazioni tramite la tecnologia 3D, quindi, consente di abbattere sia tempi che costi di realizzazione. Queste caratteristiche rendono le “case 3D” una valida alternativa da adottare per far fronte a calamità naturali quali ad esempio un terremoto, che rende impellente la necessità di edificare moduli abitativi per gli sfollati in poco tempo.

La casa 3D sarà la svolta per il futuro? Ci permetterà di realizzare case a basso costo e per tutti?