News

news
21 ott 2019

SCONTRINI 2.0: SERVE UN NUOVO REGISTRATORE DI CASSA?

SCONTRINI 2.0: SERVE UN NUOVO REGISTRATORE DI CASSA?

La lotta all’evasione fiscale, per colmare il Tax Gap, continua e cavalca l’onda della rivoluzione digitale.

L’obbligo dell’invio telematico degli scontrini elettronici, già attivo dal 1° luglio per gli operatori con un volume d’affari superiori ai 400 mila euro, a partire dal 1° gennaio 2020 sarà esteso all’intero mondo del commercio al dettaglio (salvo specifiche esclusioni).

Addio vecchio scontrino di carta. Benvenuto scontrino 2.0.

Che cos’è lo scontrino 2.0?

Lo scontrino 2.0 è lo strumento digitale che ti permette l’invio telematico dei corrispettivi giornalieri all’Agenzia delle Entrate entro 12 giorni dall’effettuazione delle operazioni

Come funziona lo scontrino elettronico?

Ti dovrai dotare di un registratore di cassa telematico, vale a dire, di un registratore che memorizza e invia i dati dei tuoi corrispettivi direttamente ai server dell’Agenzia delle Entrate.

Quanto durerà il periodo di transizione?

Dall’applicazione della novità avrai tempo 6 mesi per adeguare il tuo registrato di cassa. Durante questo periodo di transizione l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione una serie di servizi online per l’invio telematico dei corrispettivi e non saranno applicate sanzioni alle trasmissioni in ritardo che avverranno entro il mese successivo di quello di effettuazione dell’operazione.

Comprare un registratore telematico nuovo o adeguare il proprio registratore di cassa tradizionale?

Contattaci per una consulenza gratuita. Digitalizza la tua attività insieme a noi.

Condividi sulle tue piattaforme: